Skip to main content

Risposta globale al coronavirus

Highlight

In evidenza

Team Europa

Nel complesso, la risposta globale dell'UE alla pandemia di COVID-19 ammonta a 46 miliardi di euro forniti da "Team Europa", un'azione congiunta dell'UE, dei suoi Stati membri e delle istituzioni finanziarie europee.

Queste risorse sono impiegate per aiutare oltre 130 paesi partner a:

  • affrontare l'emergenza sanitaria
  • rafforzare i sistemi sanitari
  • realizzare interventi nel settore idrico e igienico-sanitario
  • attenuare le conseguenze socioeconomiche della pandemia.

Quasi 10 miliardi di euro sono destinati a rafforzare settori chiave per il contenimento della crisi, come la sanità, l'acqua e i servizi igienico-sanitari.

Meccanismo di protezione civile dell'UE

Dall'inizio della pandemia il meccanismo di protezione civile dell'UE coordina e cofinanzia la fornitura di dispositivi medici e di protezione individuale: più di 23 milioni di articoli sono stati forniti a oltre 30 paesi per coadiuvarli nella risposta alla pandemia di COVID-19. Attraverso il meccanismo sono stati somministrati circa 32 milioni di dosi di vaccino a 40 paesi.

Vertice mondiale sulla salute

Global Health Summit
In occasione del vertice mondiale sulla salute i leader del G20 si sono impegnati a intraprendere una serie di azioni volte ad accelerare ovunque la fine della crisi scatenata dalla pandemia di COVID-19 e a prepararsi meglio alle pandemie future. Il G20 ha sottolineato l'importanza di una produzione più ampia e diversificata e ha riconosciuto il ruolo della proprietà intellettuale nel garantire l'equità. Il G20 ha chiaramente sottolineato la necessità di garantire un accesso equo ai vaccini e di sostenere i paesi a basso e medio reddito.

Team Europa ha presentato al vertice contributi concreti, compresi i suoi lavori con i partner industriali che producono vaccini in Europa per mettere rapidamente a disposizione le dosi di vaccino per i paesi a basso e medio reddito.

Sostegno alla produzione locale di vaccini

Per rafforzare la capacità di produzione in Africa e l'accesso a vaccini, medicinali e tecnologie sanitarie, il 21 maggio 2021 Team Europa ha lanciato un'iniziativa da 1 miliardo di euro a sostegno dell'obiettivo dell'Unione africana di produrre a livello locale il 60% dei vaccini utilizzati nel continente entro il 2040, rafforzando nel contempo i sistemi farmaceutici locali.

L'UE, in partenariato con la Spagna, ha inoltre avviato un partenariato con l'America latina e i Caraibi per sostenere la produzione locale di vaccini, medicinali e altre tecnologie sanitarie e per rafforzare la resilienza dei sistemi sanitari. 

Maratona di raccolta fondi

video call

Nel maggio 2020 la Commissione ha lanciato la Risposta globale al coronavirus - una maratona di raccolta fondi per mobilitare risorse per la ricerca e lo sviluppo di test, cure e vaccini.

 

Con l'obiettivo di rafforzare i sistemi sanitari e la ripresa globale, donatori di tutto il mondo si sono impegnati a fornire quasi 16 miliardi di euro, con un contributo di 1,4 miliardi da parte della Commissione.

L'acceleratore per l'accesso agli strumenti COVID-19 (ACT)

Nell'aprile 2020 l'Organizzazione mondiale della sanità, l'UE e le organizzazioni sanitarie mondiali hanno inaugurato l'Acceleratore dell'accesso agli strumenti per la COVID-19 (ACT) I suoi obiettivi sono:

  • accelerare lo sviluppo di vaccini, test e cure per la COVID-19
  • garantire un accesso equo ad essi in tutto il mondo
  • rafforzare i sistemi sanitari.

L'acceleratore ACT riunisce governi, scienziati, società civile, enti di beneficenza e organizzazioni sanitarie a livello mondiale. Finora sono stati registrati impegni per 23,06 miliardi di euro volti a sostenerne le attività.

COVAX

L'accesso globale ai vaccini anti COVID-19 (COVAX) è un'iniziativa globale volta a garantire un accesso equo ai vaccini anti COVID-19 guidata da Gavi, l'Alleanza per i vaccini, l'Organizzazione mondiale della sanità e la Coalizione per le innovazioni in materia di preparazione alle epidemie (CEPI), oltre all'UNICEF, principale partner esecutivo. È il pilastro dell'acceleratore ACT dedicato ai vaccini.

Finora sono stati raccolti impegni per 12,2 miliardi di euro a sostegno di COVAX.

Oltre 5 miliardi di euro provenienti da Team Europa dell'UE ci stanno avvicinando all'obiettivo di COVAX di mettere a disposizione 1,8 miliardi di dosi per le economie a basso reddito.

Il 24 febbraio 2021 il Ghana è stato il primo paese a ricevere dosi di vaccino anti COVID-19 spedite attraverso lo strumento COVAX. Ad Accra sono arrivate 600 000 dosi di vaccino salvavita. La presidente von der Leyen lo ha definito "un vero e proprio momento storico di solidarietà globale".

A metà giugno del 2022, grazie a COVAX, è stato consegnato oltre un miliardo e mezzo di dosi a 145 paesi.

Meccanismo dell'UE di condivisione dei vaccini

woman in a laboratory

Il meccanismo dell'UE di condivisione dei vaccini consente ai 27 Stati membri di condividere le dosi acquistate dall'UE coi paesi terzi, anche attraverso COVAX.

 

A giugno del 2022 gli Stati membri dell'UE risultano aver donato oltre 477 milioni di dosi a paesi di tutto il mondo, superando l'obiettivo prefissato di condivisione dei vaccini. La grande maggioranza delle dosi, circa 407 milioni, è stata condivisa tramite COVAX.

Inoltre, gli Stati membri dell'UE hanno consegnato 70 milioni di dosi attraverso donazioni bilaterali, ad esempio ai nostri vicini nei Balcani occidentali.

A questo punto, il 62% della popolazione mondiale è vaccinata. Gran parte delle dosi necessarie per queste vaccinazioni è stata esportata o condivisa dall'Europa. E non ci fermeremo.

Intensificheremo i nostri sforzi a sostegno dell'Africa, dove il tasso di vaccinazione è inferiore rispetto ad altre parti del mondo.

Per questo motivo, in occasione del secondo vertice sulla COVID-19, la presidente von der Leyen ha annunciato ulteriori 300 milioni di euro per accelerare la diffusione e l'impiego dei vaccini in Africa e altri 100 milioni di euro per migliorare l'accesso e la diffusione di strumenti diagnostici e terapeutici e rafforzare i sistemi sanitari nei paesi partner.  

La Commissione prevede inoltre un contributo di 427 milioni di euro (450 milioni di USD) al Fondo globale di preparazione alle pandemie per sostenere gli sforzi volti a prevenire e rispondere meglio alle future pandemie, previo accordo sulla sua governance.

Continueremo a collaborare strettamente con partner internazionali come gli Stati Uniti per intensificare gli sforzi di vaccinazione, rafforzare le catene di approvvigionamento globali e la produzione locale e migliorare l'architettura di sicurezza sanitaria globale.

Nel complesso, Team Europa si è impegnata a condividere 700 milioni di dosi entro il 2022. Il nostro obiettivo è garantire che il 70% della popolazione mondiale sia vaccinata il più presto possibile.

  • il 70% della popolazone mondiale dovrebbe essere vaccinata entro la metà del 2022
  • 700 milioni di dosi, secondo le previsioni, saranno donati da Team Europa entro il 2022

Esportazioni di vaccini

Durante tutta la pandemia l'UE ha dimostrato equità ed apertura al mondo. Dal dicembre 2020 sono stati esportati quasi 2,5 miliardi di dosi di vaccino in 168 paesi, 

L'UE è stata in prima linea per quanto riguarda la risposta dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) alla pandemia di COVID-19. In risposta alle circostanze eccezionali della pandemia di COVID-19, durante la 12a conferenza ministeriale dell'OMC i ministri hanno concordato una serie di chiarimenti e una deroga a determinati obblighi dell'accordo TRIPS per consentire ai membri ammissibili dell'OMC di autorizzare una società a fabbricare ed esportare vaccini contro la COVID-19 in modo rapido e semplificato senza il consenso del titolare del brevetto.

Global Health Summit

Team Europe presented its concrete contributions to the summit, including its work with industrial partners, which are manufacturing vaccines in Europe, to rapidly make available vaccine doses for low and middle-income countries.

Support for local vaccine production

To boost manufacturing capacity in Africa and access to vaccines, medicines and health technologies, Team Europe launched a €1 billion initiative on 21 May 2021 in support of the African Union’s goal of locally manufacturing 60% of the vaccines used on the continent by 2040, while strengthening local pharmaceutical systems.

The EU, in partnership with Spain, has also launched a partnership with Latin America and the Caribbean to support local manufacturing of vaccines, medicines and other health technologies, and to strengthen the resilience of health systems. 

Pledging marathon

Access to COVID-19 Tools (ACT) Accelerator

The World Health Organization, the EU and global health organisations launched in April 2020 the Access to COVID-19 Tools (ACT) Accelerator. The aim is to

  • accelerate development of COVID-19 vaccines, tests and treatments
  • ensure equitable global access to them
  • strengthen health systems

The ACT-Accelerator brings together governments, scientists, civil society, charities and global health organisations. €23.06 billion have been pledged so far to support its work.

COVAX

COVID-19 Vaccines Global Access (COVAX) is a global initiative aimed at equitable access to COVID-19 vaccines led by Gavi, the Vaccine Alliance, the World Health Organization and the Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (CEPI), alongside UNICEF, a key delivery partner. It is the vaccine pillar of the ACT-Accelerator.

So far, €12.2 billion have been pledged in support of COVAX.

Over €5 billion from the EU’s Team Europe is bringing us closer to COVAX’s objective to make available 1.8 billion doses for the lower income economies.

On 24 February 2021, Ghana became the first country to receive COVID-19 vaccine doses shipped via the COVAX Facility. 600 000 doses of lifesaving vaccine arrived in Accra. President von der Leyen called it ‘a true and historic moment of global solidarity’.

By mid-June 2022, over 1.5 billion doses have been delivered to 145 countries thanks to COVAX.

 

EU vaccine-sharing mechanism

In addition, EU Member States have delivered 70 million doses through bilateral donations – for instance to our neighbours in the Western Balkans.

At this point, 62% of the world population is vaccinated. A large part of the doses necessary for these vaccinations were exported or shared by Europe. And we will do more.

We will step up our effort to support Africa where vaccination is lower than in other parts of the world.

This is why, at the Second COVID-19 Summit, President von der Leyen announced a further €300 million to accelerate the roll out and uptake of vaccines in Africa and an additional €100 million to enhance access and deployment of diagnostics, therapeutics and strengthen health systems in partner countries.  

The Commission also envisages contributing €427 million ($450 million) to the Global Pandemic Preparedness Fund to support efforts to prevent and better respond to future pandemics, subject to agreement on its governance.

We will continue to work hand in hand with international partners such as the United States to step up vaccination efforts, strengthen global supply chains and local manufacturing and improve the global health security architecture.

Overall, Team Europe has committed to share 700 million doses by 2022. Our aim is to ensure that 70% of the world's population is vaccinated as soon as possible

70%
of world population should be vaccinated as soon as possible
700 million doses
are expected to be donated by Team Europe by 2022

Vaccine exports

Throughout the pandemic, the EU has remained fair and open to the world. Since December 2020, almost 2.5 billion vaccine doses have been exported to 168 countries. 

The EU has been at the forefront of the work on the World Trade Organization's (WTO) response to the COVID-19 pandemic. Responding to the exceptional circumstances of the COVID-19 pandemic, during the 12th WTO Ministerial Conference, the Ministers agreed on a number of clarifications and a waiver of certain obligations of the TRIPS Agreement to allow eligible WTO Members to authorise a company to manufacture and export COVID-19 vaccines in a fast and simplified manner without the consent of the patent owner.

Documents

6 DICEMBRE 2021
Factsheet: Team Europe COVID-19 global solidarity
English
(5.95 KB - HTML)
Scarica